SI PARTE! Nasce a Comiso il Circolo 25 Aprile di Articolo 1 – MDP

Con padrino d’eccezione Guglielmo Epifani, a stappare la bottiglia di spumante inaugurale della nuova sede di via Conte di Torino 36b, è partita ufficialmente l’avventura del Circolo “25 Aprile” di Comiso. 

L’attività cittadina di Articolo 1 era iniziata in realtà già in chiusura di 2017, con un centinaio di iscritti ed il primo impegno insieme ai compagni di Sinistra Italiana nell’avventura dei 100 passi. Poi, con la nascita di Liberi e Uguali, Comiso aveva eletto un proprio componente all’assemblea nazionale dei 1500 fondatori del raggruppamento che oggi, guidato da Pietro Grasso, si presenta alle elezioni politiche. Ieri il taglio del nastro e l’inaugurazione della nuova sede

La giornata di Sabato 10 febbraio era iniziata con una bella manifestazione di apertura, per la provincia di Ragusa, della campagna elettorale 2018.

All’auditorium Carlo Pace di Comiso, di fronte ad oltre 120 simpatizzanti e militanti, i candidati alla Camera e al Senato Guglielmo Epifani, Franca Antoci e Rosetta Noto, introdotti da me quale referente di Articolo 1 Mdp e Angelo Rinollo per Sinistra Italiana , avevano presentato valori e programmi della sfida di Sinistra per una società più equa e solidale, per una politica economica di maggiori investimenti a sostegno della crescita e dell’occupazione, per la difesa dei valori di integrazione e inclusione.

A margine ho avuto l’onore di presentare il nuovo Circolo di Articolo 1, intitolato alla giornata della Liberazione per due ordini di motivi:

  • primo, in un momento particolare in cui la nostra società è nuovamente minacciata dall’avanzata dei “fascismi”, che identificano il problema della sicurezza con la presenza del “diverso”, oggi l’immigrato ma domani, alla bisogna, qualunque categoria che ci comprende, sono ancora più forti le ragioni di un impegno civico a sinistra che difenda i valori dell’integrazione, dell’inclusione, di una società aperta ed equa;
  • secondo, per un circolo che aspira ad essere un circolo della sinistra riunita, nell’ambito di un progetto ben più ambizioso in cui Articolo 1 è solo la prima delle tappe di costruzione, il valore condiviso della Liberazione può costituire un trade d’union importante con gli altri nostri compagni di viaggio intanto in “Liberi e Uguali” e poi nella società, nei luoghi di lavoro, in ogni punto di aggregazione sociale.

La foto gallery della manifestazione

Alle 11.30 è stata la volta dell’inaugurazione, con taglio del nastro, brindisi,

Guglielmo stappa la bottiglia

dolci, risate, fotografie, ospiti e tutto il cerimoniale che accompagna entusiasticamente l’avvio di una bella avventura in cui già esserci è un grande successo.

La foto gallery dell’inaugurazione

I lavori sono durati qualche mese, ho tormentato il mio architetto preferito (che infatti è caduta malata) e i compagni in continuazione e sono perfino riuscito a uscirne tutto intero. Il risultato è davvero bello.

la sala

La foto gallery dei locali

Ciliegina sulla torta la targa in Pietra di Comiso raffigurante il simbolo del Partito Comunista Italiano cui abbiamo dedicato una intera parete e che custodiamo in prestito come una sorta di “Stele di Rosetta” politica.

C’eravamo tutti o quasi, lavoro, malattie di stagione e figli lontani permettendo. C’era persino mia madre, incredibilmente, che credo non entrasse in una sezione di partito dal 1998.

Ci saremo a turno davvero tutti, per riempire di contenuti, passione, attività, problemi e soluzioni, bisogni e risorse, gioie, tristezze e incazzature, aspettative delusioni e soddisfazioni, avversari, compagni e compagne di viaggio e di vita questa nuova casa.

Tutti coscienti di una verità: le città, la società e il futuro nostro e dei nostri figli non miglioreranno da soli. Bisogna costruirli migliori un pezzetto alla volta con le nostre mani, le nostre idee, la nostra forza.

E adesso si parte davvero, con la costituzione del gruppo consiliare, che con i suoi tre componenti è già di tutto rispetto. A me, Mara e Tina, per ora,  il compito di cominciare a tradurre subito in risposte concrete le istanze di un mondo che richiede supporto e sostegno per una qualità della vita che deve necessariamente essere migliore.

Il comunicato stampa per l’apertura circolo art 1 25 aprile e gruppo consiliare

Su Eco degli Iblei

Rispondi