Parte una nuova proposta politica a difesa del lavoro, dei diritti e dei più deboli. Finalmente ci siamo.

Il 3 dicembre prossimo a Roma si terrà l’assemblea costituente della lista unitaria della Sinistra per le prossime politiche. Ma è ben più di un appuntamento pre-elettorale.

Il processo che è partito e che si concretizzerà nelle assemblee provinciali e poi in quella nazionale mette finalmente insieme varie anime della sinistra e del cattolicesimo impegnato per cominciare a costituire un unico soggetto rappresentativo degli interessi del popolo del lavoro e di quanti aspirano ad una società che non lasci indietro i più deboli.

Tre movimenti / partiti politici (Articolo 1, Sinistra Italiana, Possibile), varie associazioni, circoli, comitati, gruppi e singoli cittadini che hanno capito come, uniti, a difesa dei più deboli nella nostra società, possiamo finalmente modificare le politiche di sistema e tornare a perseguire il miglioramento diffuso delle città e dei territori in cui viviamo, stanno per dare vita ad una NUOVA PROPOSTA UNITARIA per il Paese.

A Ragusa ci vediamo Mercoledì 29 Novembre alle 18.00 al Centro Feliciano Rossitto. Parleremo delle linee generali del programma di cambiamento che vogliamo realizzare ed eleggeremo i delegati per l’assemblea nazionale del 3 dicembre. Tutti possono partecipare, basta sottoscrivere il documento politico programmatico, che trovate qui, e versare 2 euro di contributo per le spese organizzative.

Vi aspetto. INSIEME non dobbiamo rassegnarci a come vanno le cose, INSIEME diamo vita ad una nuova proposta, INSIEME torniamo a costruire una società solidale, equa e giusta.

Giorgio Gaber diceva

“Qualcuno era comunista perché la rivoluzione oggi no, domani forse, ma dopodomani sicuramente”.

Ecco, il dopodomani è arrivato. Il nostro impegno serve adesso, ora che finalmente possiamo e dobbiamo diventare protagonisti.

Il regolamento dell’assemblea e delle assemblee territoriali per Una Nuova Proposta

La base programmatica integrale

Il documento politico programmatico da sottoscrivere per votare

 

 

Rispondi