Comunicato stampa 19dic2018: Giunta Schembari in pieno stato confusionale

LA GIUNTA SCHEMBARI IN PIENO STATO CONFUSIONALE. COMINCIAMO A PREOCCUPARCI SERIAMENTE PER IL FUTURO DI COMISO

Ad un comunicato del consigliere comunale e presidente della Commissione Pubblica Istruzione Gigi Bellassai, che sottolineava come nonostante una variazione di bilancio in incremento dei fondi per l’Equipe psico-pedagogica non ci fossero tracce del servizio nelle scuole comisane, il Sindaco Schembari risponde pubblicamente che i fondi sono serviti ad altro, essendo inseriti in un capitolo di bilancio che finanzia più servizi, e che l’Equipe partirà come in passato “probabilmente da febbraio”. Replica precisa, informata e circostanziata.

Peccato però che in Commissione bilancio prima, il 28 novembre scorso, l’Assessore al bilancio aveva motivato l’incremento di 30.000 euro inserito nelle variazioni sostenendo che, a differenza che negli anni passati, meritoriamente l’Amministrazione Schembari aveva avviato il servizio dell’Equipe ad inizio anno scolastico. Affermazioni che avevano immediatamente suscitato perplessità nei componenti di opposizione e soprattutto in Bellassai, pronto a testimoniare l’assenza del servizio per quanto di sua conoscenza.

Peccato però che in Consiglio comunale poi, il 29 novembre, l’Assessore al bilancio abbia ribadito i meriti dell’Amministrazione Schembari, quasi “rimproverando” noi consiglieri di opposizione per “aver accusato” la giunta di aver inserito spese aggiuntive per servizi non svolti, e confermando l’avvenuto avvio anticipato del servizio dell’Equipe psico pedagogica.

Oggi invece, incredibilmente, incalzato da una interrogazione consiliare, il Sindaco afferma in tutta tranquillità che l’Assessore Pepi ha mentito in commissione, ha mentito in consiglio, e che l’Equipe psico pedagogica deve ancora partire.

A Manuela Pepi non posso che riconoscere la buona fede di chi, abbandonato come in tante altre occasioni a prendersi responsabilità non dovute per coprire assenze ripetute e abituali, è vittima di informazioni errate ed è costretto a difendere l’indifendibile per dovere d’ufficio.

A lei esprimo la mia solidarietà per l’impegno e la buona volontà, ma è ormai chiaro che siamo di fronte ad una giunta in pieno stato confusionale, senza raccordo tra i suoi componenti e tra questi e gli uffici di riferimento, senza neppure la conoscenza diretta di quello che avviene in città e dei servizi che l’Ente eroga.

Ci auguriamo tutti, e siamo pronti a dare un aiuto concreto, che per il 2019 si cominci ad amministrare seriamente e soprattutto si garantisca un maggior rispetto agli organi istituzionali dell’Ente, quali Commissioni e Consiglio Comunale, e ai cittadini che cominciano ad assistere ad uno spettacolo preoccupante.

 

 

Comiso, 19 dicembre 2018

Il consigliere Comunale di

Articolo UnoLista Spiga

Gaetano Gaglio

Rispondi